L'Escargot | Itinerari
118
archive,category,category-itinerari,category-118,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

In una città luccicante e vestita a festa, ho appena visitato la mostra Rubens, Van Dyck, Ribera. La collezione di un principe, che Le Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano, sede museale di Intesa Sanpaolo a Napoli, presentano fino al 7 aprile 2019. È una preziosa...

Arrivarci non è easy. Oltre all'aereo, le sparute compagnie che gestiscono le tratte dalla terraferma partono da pochi porti e si fanno pagare bene. Se si è in coppia, consiglio di sbarcare in moto per inseguire in piena macchia mediterranea curve mozzafiato a picco sul...

Che magia l'Abruzzo! Un luogo rallentato dove potersi fermare un attimo, specialmente d'estate. Mi piace rincorrere le nuvole bianchissime nel cielo, sciacquarmi il viso alle fontane fredde, camminare nella pace dei boschi sotto le montagne per poi correre scalza nei campi morbidi di colori...

Fondato nel 1602 da sette nobili napoletani allo scopo di fare opere di carità e dare assistenza ai bisognosi, il Pio Monte della Misericordia brilla nell’universo dell’assistenzialismo laico per bellezza e grandezza d’animo. Il palazzo affaccia nella piazza Sisto Riario Sforza, il suggestivo slargo attraversato...

Venezia e la sua anima orientale. L’avevo sempre incontrata d’estate, col sole torrido e l’odore acre di acqua ferma. Invece, col freddo e la nebbia diventa un incanto. La sua luce ti ammalia, entra negli occhi e ti accresce i punti di vista. La vedi...

Se fossi nata duecento anni fa, per quel fenomeno in cui mi piace perdermi che Jung ha chiamato sincronicità, avrei certamente incontrato Johann Wolfgang Goethe. L’ho conosciuto presto, appena adolescente, quando papà mi consegnò in un giorno qualunque un cofanetto verde e oro che ancora...

Posta sulle colline orientali della Murgia, Martina Franca, con un’altitudine che supera i 400 metri, ci è immediatamente apparsa come la più fresca di tutte le città che abbiamo visitato in val d’Itria.   Largamente popolosa nella parte moderna, custodisce un borgo antico molto interessante. Fondata nel...

Consigliatissima è una visita ad Alberobello, la patria dei Trulli. [foogallery id="17270"] Questa particolarissima forma di casa, costruita con mattoni e lastre di pietra grezza senza l’aggiunta di malta, deve la nascita alla volontà dei conti di Conversano (proprietari di quel terreno un tempo chiamato “la Silva...

Da non perdere, per nessun motivo, Cisternino. [foogallery id="17250"]   Ricordato come uno dei borghi più belli d’Italia, fa sfoggio nella parte antica di dimore storiche, maestose porte d’accesso, stradine suggestive e terrazze vertiginose, da cui si può ammirare l’ampiezza della valle d’Itria. [foogallery id="17254"]   Vi segnalo all’ingresso del centro...